IL DIGIUNO INTERMITTENTE PROTEGGE DA ALZHEIMER ATTRAVERSO LA MODULAZIONE DEL MICROBIOTA

Il digiuno intermittente (DI) è in grado di mitigare il deterioramento cognitivo nella malattia di Alzheimer (AD) probabilmente attraverso la modulazione dell’asse microbiota intestinale-metabolita-cervello. Questi risultati dimostrano quindi che un regime IF è un potenziale approccio per prevenire la progressione dell’AD, almeno attraverso l’asse intestino-microbiota-metaboliti-cervello, e costituisce un’innovativa via terapeutica dell’AD.

IL COVID-19 IMPATTA IN MODO NEGATIVO SUL MICROBIOTA

Quanti di voi hanno notato un peggioramento dei sintomi intestinali dopo il Covid o piuttosto una nuova insorgenza di disturbi intestinali prima assenti? Prove emergenti suggeriscono che il microbiota è drammaticamente alterato nei pazienti con COVID-19. Metaboliti o componenti derivati ​​​​dal possono proteggerci e attivare le nostre difese immunitarie antivirali polmonari attraverso l’asse intestino-polmone durante … Read more

ACCUMULO DI NICHEL: ALTERAZIONI DEL MICROBIOTA E CORRELAZIONE CON OBESITÀ

L’esposizione al nichel di solito si presenta come dermatite allergica da contatto. Tuttavia, il Nichel non solo causa dermatiti, ma si ritiene che un eccesso di Nichel nella dieta sia responsabile di sovrappeso, disordini metabolici e squilibri del microbiota. In un recente studio si è studiata la correlazione tra accumulo di nichel e alterazioni del … Read more

Il microbiota intestinale potrebbe avere un ruolo nel migliorare le prestazioni degli atleti professionisti e amatoriali

Sebbene sia risaputo che l’esercizio fisico è importante per la salute, solo di recente i ricercatori hanno scoperto che svolge anche un ruolo importante nella salute dei batteri intestinali. Ciò è dovuto a un aumento della diversità batterica ed un aumento della produzione di sostanze benefiche (come il butirrato, un acido grasso a catena corta … Read more

I ricercatori di Stanford scoprono che una dieta di 10 settimane ricca di cibi fermentati aumenta la diversità del microbioma e migliora le risposte immunitarie.

In uno studio clinico, 36 adulti sani sono stati assegnati in modo casuale a una dieta di 10 settimane che includeva cibi fermentati o ricchi di fibre. Le due diete hanno avuto effetti diversi sul microbioma intestinale e sul sistema immunitario. Mangiare cibi come yogurt, kefir, ricotta fermentata, kimchi e altre verdure fermentate, bevande salate … Read more

UN SENTIMENTO VISCERALE: COME IL TUO MICROBIOTA È COLLEGATO ALLA TUA SALUTE MENTALE

La diarrea ti sta abbattendo? Mal di pancia che ti ostacola la vita sociale? Si scopre che l’influenza del microbioma intestinale sulla salute mentale potrebbe essere più che sintomatica. Per chi soffre di disturbi digestivi, di certo questi possono influire sull’umore riducendo la qualità della vita. Tuttavia, ricercatori e clinici hanno da tempo notato che … Read more

LA DIETA PALEO CAMBIA IL MICROBIOTA E AUMENTA IL TMAO (RISCHIO CARDIOVASCOLARE)

La dieta “paleo” è solitamente promossa come mezzo per migliorare la salute dell’intestino. Ma nonostante la sua popolarità, nuovi dati osservazionali rivelano che gli individui che consumano questa dieta mostrano un cambiamento nella composizione del microbiota intestinale, insieme a livelli sierici di trimetilammina-N-ossido (TMAO) aumentati. Un gruppo di ricercatori ha esplorato l’associazione tra l’assunzione dietetica … Read more

L’UROLITINA A (ACIDO ELLAGICO) MIGLIORA LA DIVERSITÀ DEL MICROBIOTA E LA FUNZIONE VASCOLARE

L’urolitina A (UA) è prodotta dai batteri intestinali umani esposti a composti polifenolici alimentari che includono acido ellagico (EA) ed ellagitannini (ET). Questi precursori polifenolici si trovano ampiamente nella frutta (melograno e alcune bacche) e nella frutta secca (noci e noci pecan). Gli ET vengono convertiti in EA nella parte superiore del tratto gastrointestinale umano … Read more

SINDROME DA STANCHEZZA CRONICA: ESISTE UNA FIRMA NEL TUO MICROBIOTA

La sindrome da stanchezza cronica (CFS) è una malattia grave, cronica e debilitante caratterizzata da una serie di sintomi, tra cui affaticamento, malessere post-sforzo, disturbi del sonno, difficoltà cognitive, dolore e problemi gastrointestinali. Le cause della malattia sono sconosciute e non esistono cure. I ricercatori hanno trovato differenze nei microbiomi intestinali delle persone con CFS … Read more

STRAORDINARIO LIVELLO DI BIODIVERSITÀ DEL MICROBIOTA DEI CACCIATORI-RACCOGLITORI HADZA

Uno studio genomico condotto da ricercatori della Stanford University, in California, ha eseguito un sequenziamento metagenomico su 351 campioni fecali dei cacciatori-raccoglitori Hadza della Tanzania. Non è un caso forse che nelle popolazioni occidentali, in parallelo ad una riduzione della biodiversità, si osserva negli ultimi decenni un aumento di malattie auto-immuni, cancro, malattie neurodegenerative e … Read more

Scrivimi le tue necessità per avere una prima consulenza telefonica gratuita di 15 minuti